L’Italia che reagisce alla crisi economica propone qualità ed efficienza a partire dall’enorme patrimonio culturale e materiale a sua disposizione.

Una nuova Italia che recupera, lavora e trasforma ha la necessità di utilizzare le migliori risorse professionali del Paese. Questo spazio serve a diffondere le nostre iniziative migliori che sviluppiamo ogni giorno con passione, dedizione e perseveranza.

Aiutateci a migliorare noi stessi, vi aiuteremo a migliorare le vostre attività.

 

 

La certificazione sulla sostenibilità energetico ambientale dei nuovi insediamenti edilizi è un tema che ha visto negli ultimi anni uno sviluppo interessante di attività, nel solco delle procedure migliori per l’adozione di validi sistemi di qualità.

Oggi è un tema particolarmente caldo, in quanto la crisi del mercato immobiliare pone gli operatori di fronte alla scelta di operare solo sul lato dei costi di produzione, oppure di integrare questa attenzione gestionale con sistemi di ottimizzazione degli investimenti attenti nel valorizzare aspetti energetico ambientali utili anche a diventare potenti strumenti di vendita.

E’ infatti noto che l’attenzione del potenziale cliente è sempre più orientata alla classificazione energetica degli edifici e che però tale questione deve trovare ancora un suo corretto equilibrio nel dimensionamento dell’offerta in rapporto alle disponibilità del cliente a spendere in efficienza. Vi sono poi altri aspetti qualitativi del prodotto immobiliare, sui quali l’attenzione del cliente può orientarsi, questioni che diventano anche per l’operatore un’opportunità di ottimizzazione dei costi, secondo la logica che la qualità del processo determina anche dei vantaggi dal punto di vista gestionale e dunque vantaggi economico finanziari.

Certificazioni ISO UNI

La qualifica degli impianti di trattamento dell’aria in ambiente ospedaliero

A motion blurred photograph of a patient on stretcher or gurney being pushed at speed through a hospital corridor by doctors & nurses to an emergency room

La norma UNI 11425 fornisce le indicazioni per la progettazione, l’installazione, la messa in marcia, il controllo delle prestazioni, l’accettazione, la gestione degli impianti e dei componenti che concorrono al controllo della contaminazione ambientale e al mantenimento di prefissare condizioni termoigrometriche nei reparti specificamente destinati allo svolgimento di attività chirurgica, nei cosiddetti blocchi operatori.

La norma si applica alle nuove realizzazioni e alle ristrutturazioni edilizie e/o impiantistiche dei blocchi operatori e fornisce i requisiti minimi per verificare le condizioni d’uso di quelli esistenti.

Sernet Riqualificazioni opera nell’ambito degli audit ai fini di valutare i rischi gestionali su tali impianti. A tale scopo verifica l’applicazione della norma tecnica all’interno di ambienti ospedalieri.

In particolare si tratta dunque di verificare la qualifica operativa e prestazionale degli impianti secondo i seguenti criteri.

Continua…… La qualifica degli impianti di trattamento dell’aria in ambiente ospedaliero »

Energia Impianti industriali

Diagnosi energetiche per le aziende a capitale pubblico

La diagnosi energetica è l’insieme delle attività necessarie a individuare i flussi di energia entranti nella realtà industriale, individuare la distribuzione dell’energia stessa nel processo industriale, evidenziare possibili criticità e sprechi, definire gli interventi più efficaci e le modalità della loro implementazione. Il D.Lgs. 102/14 impone l’obbligo alle aziende energivore di redigere la diagnosi e trasmetterla ad ENEA entro il 5 dicembre 2015.

Le aziende a capitale pubblico, come ad esempio le municipalizzate dell’acqua o dei rifiuti, sono obbligate allo sviluppo della diagnosi ed alla sua trasmissione alla stregua delle grandi aziende.

Continua…… Diagnosi energetiche per le aziende a capitale pubblico »

Energia Impianti industriali

La diagnosi energetica: opportunità da gestire insieme a metodologie di risk management

IMG_2128Il Decreto Legislativo 4 luglio 2014, n° 102, prescrive l’obbligo della redazione della diagnosi energetica per  le grandi aziende, ovvero per quelle aziende che occupano più di 250 persone, il cui fatturato annuo supera i 50 milioni di euro o il cui totale di bilancio supera i 43 milioni di euro (art.2, comma 2 ).

Le grandi imprese sono tenute ad eseguire una diagnosi energetica nei siti produttivi localizzati sul territorio nazionale entro il 5 dicembre 2015  e successivamente ogni 4 anni (art.8 comma 1).

Continua…… La diagnosi energetica: opportunità da gestire insieme a metodologie di risk management »

Energia Impianti industriali

Gelsia Reti sperimenta un impianto fuell cells nell’ambito del progetto europeo “European New Energy Field Test”

L’azienda municipalizzata delle reti gas della Brianza Gelsia Reti (GIPIU’) ha avviato un progetto di sperimentazione basato sulla microgenerazione tipo Fuel Cells (SOFC ).

Solid oxide fuel cells (SOFC) o celle a combustibile a ossidi solidi, sono una tecnologia di frontiera per la conversione di energia chimica contenuta in idrocarburi (fossili e rinnovabili) in elettricità e calore. La tecnologia SOFC ha vantaggi significativi rispetto a generatori convenzionali, come motori a combustione, fra cui:

  • Alta efficienza, anche a scale ridottissime
  • Flessibilità nel combustibile di alimentazione
  • Insignificanti emissioni di NOx, SOx e particolato, ridotte emissioni di CO2
  • Operazione silenziosa, priva di vibrazioni.

La SOFC si contraddistingue da tecnologie convenzionali come i motori a combustione e le turbine a gas perché converte l’energia chimica dei combustibili per via elettrochimica, generando direttamente la potenza elettrica ed evitando le sequenze inefficienti della combustione e della trasformazione di calore in lavoro meccanico per poi potenziare un generatore elettrico.

L’elettricità prodotta in una SOFC può raggiungere il 70% del potere calorifico del combustibile; in pratica, in un sistema adatto all’utenza finale, l’efficienza netta sta fra i 40-60%, a seconda della configurazione del sistema. Tecnologie basati sulla combustione raggiungono efficienze del 55-60% solo in impianti di potenza di grandissima scala (centinaia o migliaia di Megawatt). L’efficienza della SOFC è unica nell’essere praticamente indipendente dalla scala del sistema, e sono stati dimostrati prodotti con efficienza elettrica netta del 60% a un singolo kilowatt– un millesimo di Megawatt – di potenza all’utente.

 

Nell’ambito del progetto, GIPIU’ affida a Sernet Riqualificazioni l’assistenza e supervisione del progetto di sperimentazione ed in particolare la supervisione e validazione del progetto di installazione, la progettazione esecutiva del sistema di telecontrollo e la supervisione nelle attività di monitoraggio del sistema.

Il progetto avrà una durata complessiva prevista di quindici mesi.

Appalti Pubblici

Expo 2015 – Sul Corriere il lavoro di Sernet, Sernet Riqualificazioni ed Adfor sull’Audit appalto Piastra

LakeArena-2035848-593x443

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nella giornata di ieri è stato per la prima volta reso in parte pubblico il lavoro della nostra società in Expo 2015.

Rispettando la necessaria riservatezza sui contenuti specifici del nostro report, riportiamo semplicemente l’articolo del Corriere della Sera.

Expo, appalto della piastra, ecco le anomalie

 

 

 

 

Pagina 5 di 34« Prima...34567...102030...Ultima »

Chiedi Offerta

Archivio